martedì 26 agosto 2014

In šāʾ Allāh (إن شاء الله)




Confermato dall'Egitto il raggiungimento di un accordo tra israeliani e palestinesi per un cessate il fuoco che entrerà in vigore alle 19 locali (le 18 in Italia). Lo ha riferito l'agenzia Mena.  (su Globalist)
la gioia a Gaza ..

sabato 23 agosto 2014

pausa







ma da 1 a 10 quanto ci piacciono questi tre... giovanotti?
(il tenero Fabi l'ho pure incrociato al supermercato qua sotto :). Presto saranno in tourné con il loro ultimo disco, qui il secondo brano
 L'amore non esiste
(volendo si potrebbe aprire un dibattito sul tema.. ma solo volendo eh.. :)

Buona domenica

giovedì 21 agosto 2014

The Square. Dentro la rivoluzione.



Il giovane Ahmed, l'attore Khalid e Magdy dei Fratelli Musulmani sono tra i protagonisti del film "The Square" della regista Jehane Noujaim - premiato al Sundance Festival 2013 e candidato agli Oscar 2014 - sulle vicende che all'inizio del 2011 portarono a Piazza Tahir milioni di egiziani a reclamare i loro diritti - uomini e donne, cristiani e musulmani, giovani e meno giovani - su quello che è seguito poi e quello che si intravede succederà ancora, perché anche se della primavera araba non si parla più molto, è chiaro che le ceneri non sono spente, in Egitto come altrove, il mondo non è più isolato come un tempo e le notizie viaggiano veloci...
Film interessante anche per capire, casomai fosse necessario, come al 'Potere' facciano gioco le divisioni tra i cittadini... e il ruolo dei mezzi di informazione... e l'alternativa in un movimento nuovo tra spontaneismo o organizzazione..
Ammetto che quei ragazzi mi hanno fatto pensare un po' anche ai Cinque Stelle di Beppe Grillo, ma non solo... Qui il film (ieri su Rai 3 - Doc 3)

mercoledì 13 agosto 2014

"About Gaza" (Simone Camilli)


anche questi te lo metto in conto Netanyahu.. Simone e gli altri sei palestinesi


martedì 12 agosto 2014

Ciao Robin

però questa non ce la dovevi fare.. ognuno avrà il suo ricordo, come spesso accade per un artista, io neanche sapevo chi fosse Patch Adams prima del tuo film e magari tanti volontari si sono iscritti proprio dopo averti visto, chissà.
E ora forse farai sorridere -o piangere- qualcuno lassù da qualche parte.. io in queste cose io un po' ci credo.
E non dovranno neanche fare la fila e pagare il biglietto e i pop corn saranno soffici come nuvolette.



sabato 9 agosto 2014

Cip cip, muci muci, smack smack


Senato, le larghe intese di Maria Elena Boschi e Maria Rosaria Rossi: abbracci, baci, carezze e sussurri




Finocchiaro e Schifani..


Boschi con M. Rosaria Rossi (capo segreteria di Berlusconi,  partecipante di
cene eleganti..)


Senato, i baci e gli abbracci del ministro Boschi
Boschi e Paolo Romani (senatore PDL) ecc.

Con una opposizione così possiamo veramente dormire sonni tranquilli.

mercoledì 6 agosto 2014

Non sono io la ostinata, è lui che è Renzi

Questo video l'avrete già visto, strappa un sorriso in mezzo alle incazzature
(verrà anche il giorno che avremo un leader che parli decentemente una lingua straniera? che poi sarebbe pure il difetto minore)


quest'altro video mi fa pure ridere ma pochissimo.. se penso alle promesse al vento di questi mesi, di questi giorni e anche a quelli che gli hanno dato fiducia, in buona o cattiva fede..




 
.. te li do io gli 80 euro, le riforme del Senato, il Nazareno e l'intesa con BERLUSCONI!!!!!!

lunedì 21 luglio 2014

Gaza



Collegamento permanente dell'immagine integrata

Il chiarissimo intervento su Gaza e la questione Palestinese di Moni Ovadia,
l'altro giorno all'Assemblea dell' Altra Europa con Tsipras..




giovedì 17 luglio 2014

Sempre più Bella Tsì!


E insomma sono passati circa due mesi  da che a Roma circolavano le spillette rosse :-) .. e dai risultati del 25 maggio in cui la lista del giovane Alexis superava in Italia anche se per poco il fatidico 4%, mandando tre eurodeputati a Bruxelles e allargando i cuori un po' intirizziti della sinistra radicale italiana.
Oggi anche se non senza qualche difficoltà lungo il percorso (la divisione in Sel, per dirne una) la lista si sta irrobustendo e credo che tutti/e i compagni e compagne e amici dei partiti e dei movimenti che ci hanno creduto abbiano ben chiaro in mente che questa è probabilmente l'ultima chance che la sinistra (quella a sinistra del PD ovviamente) ha di incidere e farsi sentire.
Oggi Tsipras a Roma ha già incontrato Azione Civile e Ingroia, inaugurato la nuova sede di Rifondazione Comunista, stasera sarà a cena con Vendola alla festa di Sel, domani alle 18,30 sarà in Piazza Farnese per un'iniziativa pubblica, mentre l'indomani 19 sarà dalle 10 al Teatro Vittoria all'Assemblea che si è già data dei gruppi di lavoro, in linea di massima: lavoro e precarietà, finanza, fiscal compact e TTIP, pace migranti e Mediterraneo, democrazia ..).
Daje! :)


http://listatsipras.eu/
http://www.altraeuroparoma.it/blog/

lunedì 14 luglio 2014

Davanti al Senato. Domani ore 11.


"La riforma di Renzi? peggio della P2" intervista a Pancho Pardi (Micromega).
"Riforme, appello della Rete per la Costituzione ai senatori: fermatevi" (Micromega).

"Il Porcellum che si morde la coda (A. Gilioli)" "A iniziare da domani a Roma"  (A. Gilioli). 
"In aula la grande Mortificazione" (Sandra Bonsanti, Libertà e Giustizia).
Non confermata al momento la presenza di Beppe Grillo domani, anche se la senatrice del Movimento Cinque Stelle Barbara Lezzi ha scritto “sarebbe significativo che, chi può, non ci lasciasse soli e ci raggiungesse a Roma, martedì 15 luglio, ore 11 in Piazza Madama. Saremo con Beppe a dare voce ai cittadini che non vogliono essere esclusi dalle istituzioni”.

martedì 8 luglio 2014

Prima le donne e i bambini




Il Manifesto
Gaza è già strage.

Indette o in fase di organizzazione manifestazioni di protesta in Italia, Firenze, Parma, Genova, Roma, Salerno.. e all'estero, Barcellona, Chigaco, Melbourne.. solo le prime he ho letto. BASTA. BASTA!!!

lunedì 7 luglio 2014

La conquista di Roma si blocca sul Gra

Collegamento permanente dell'immagine integrata

di Stefano Disegni   (Il Fatto Q. del 7/7)
(L'armata islamica vuole espugnare la Città Eterna.. :-)

L’armata dell’ISIS scelse male l’ora per conquistare Roma. Alle 8,30 rimase imbottigliata sul Raccordo, altezza Settebagni. Non sapevano, i truci guerriglieri di Allah, che a quell’ora ‘a ggente vanno a lavorà. Tra fuori di testa che smadonnavano, stereo a dumìla, moto e motorini che sciamavano de qua e de là (uno col Kawasaki enduro gli passò sul tetto dell’autoblindo) e ambulanze bloccate sulla corsia d’emergenza dal Suv di qualche fìo de ‘na mignotta che ci aveva provato e mo’ stava a litigà coi portantini, i barbuti giustizieri dell’Islam non sapevano che pesci prendere e come imporre il Corano auto per auto, dato che tra una e l’altra non ci passava manco una sogliola in verticale.
QUALCUNO DI LORO sparò in aria, un po’ per intimidire, un po’ per farsi strada. Gli rispose una salva di revolverate da un pullman di tifosi della Curva Sud che videro in loro dei compagni di strada e di lotta e sventolarono lo striscione “C’è un solo capitano”, immediatamente perforato dalle revolverate partite da due o tre macchine di laziali. In verità i guerriglieri di Allah non sapevano nemmeno perché l’esercito italiano li avesse lasciati arrivare fin là senza opporre resistenza, anzi, facendogli strada. Dopo sei ore di coda sotto il sole, i mezzi dell’armata islamica, guidati da barbuti un po’ in deliquio e coi crampi agli avambracci, saltarono l’uscita e siccome quella dopo era chiusa perché stavano a potà ‘e siepi, si fecero altre tre ore di coda fino al cavalcavia e altre sei in senso inverso, gli ultimi due chilometri sulla corsia d’emergenza tra i vaffanculo di quelli in coda che non li facevano rientrare così ve imparate, li mortacci vostri, finché imboccarono l’uscita giusta e si avviarono alla conquista del simbolo della Cristianità.
Sei blindati sparirono subito in una voragine sull’asfalto della Prenestina (“Mortacci de Marino, ieri c’è sparito un purmino de suore e lui sta a cambià l’acqua ai pesci” commentò er sor Quinto da dentro all’edicola). Altri otto automezzi lasciarono i cingoli sulle doline carsiche che sulla Casilina sfasciavano le sospensioni a residenti e non, per gli scossoni un barbuto che guidava senza cintura ci rimise gli incisivi (“A’ Fidelcastro, fa’ causa ar Comune, po’ esse che ariva quarche sordo ai tu’ nipoti!” gli gridarono da un bar).
Un po’ scossi, i conquistatori venuti dal Levante decisero di fermare la colonna e fare il punto, onde elaborare una strategia di attacco. Fermare una colonna. A Roma. Dove non c’è parcheggio nemmeno per un monopattino. Sciami di ausiliari del traffico con banda gialla sbucarono anche dai tombini, assetati di sangue e di multe. La velocità felina con cui infilavano contestazioni sotto i tergicristallo delle autoblindo, sulle motocorazzate e perfino su tre carri armati con invito a presentarsi entro cinque giorni negli uffici della Municipale pena sequestro del mezzo, mandò fuori di testa i miliziani di Allah (“Poracci, nun ce so’ abbituati” diceva la gente intorno), che decisero di ammazzare tutti gli ausiliari, rinunciando subito dopo perché erano troppi, e pure se i passanti si offrivano de da’ ‘na mano, non potevano sprecare tutte quelle munizioni. Lasciato un altro considerevole numero di mezzi e persone in una voragine a Portonaccio, usata dai romani per fare free-climbing, l’Armata dell’ISIS arrivò finalmente al Lungotevere.
Cioè, quasi, perché ce stava ‘a manifestazzione. Anzi, ‘e manifestazzioni. I Sindacati, I Gay e i Diritti degli Invisibili, che non si capiva se si parlava di Terzo Mondo o di Fantascienza, ma il risultato era lo stesso, per arrivare in centro dovevi passare per Ostia Lido.
UNA FOLTA barriera di transenne, pure sull’acqua del fiume, non sia mai qualche cittadino provasse a fregare i vigili col motoscafo, ribloccò la colonna islamica i cui componenti dovettero incazzarsi per fermare i rumeni che volevano lavargli i parabrezza e lucidargli gli obici, furono borseggiati dai Rom, ognuno con accanto l’assistente sociale per il reinserimento, si dovettero fare le foto insieme ai centurioni con l’orologio altrimenti gli tagliavano le gomme e furono costretti a regalare rose rosse al compagno di equipaggio sennò quel cazzo di indiano non se n’annava più.
Le gomme poi gliele fregarono mentre discutevano con quelli di Equitalia che intimavano il pagamento delle sanzioni per superamento di varco attivo da parte di tutta la colonna, ‘na botta. “È l’Inferno come lo descrive il Profeta! Anzi, peggio!” disse Al-Baghdadi ordinando la ritirata. Ma scelsero male l’ora per uscire da Roma. Non sapevano, i guerriglieri di Allah, che a quell’ora, sul Raccordo ce sta er rientro. Dopo undici ore senza fare un metro, assetati, affamati, qualcuno in fin di vita, capirono perché l’esercito italiano li aveva lasciati arrivare fin là.

Giornata mondiale del bacio

Oggi è il World Kiss Day. Ecco i baci che vorremmo

Quello che ci piacerebbe vedere ..








(la Repubblica)

venerdì 4 luglio 2014

..e sbaglia pure Ale Di Battista? (#Grillo)


Non voglio provocare le amiche e amici fieramente contrari al M5S, rispetto ogni opinione e ci mancherebbe.. ma chiedo sommessamente, intanto, se si sono presi il tempo di ascoltare davvero quello che dice Grillo (esempio a Strasburgo) e non solo i pochi minuti che ogni tanto gli dedicano TG o talk show, o di leggere alcuni qualche volta il suo blog al di là del modo anche 'colorito' con cui si esprime, ma badando alla sostanza dei temi che tocca: del resto se non cercasse di attirare l'attenzione anche in modo non ortodosso, nessuno se lo filerebbe e sarebbe il leader dell'ennesimo partito che poi deve abbassare la testa di fronte ai partiti con più potere, più visualità, più collegamenti, più ramificazioni ecc.
Non voglio esaltare Grillo, per carità, anche perché le mie radici come ho scritto 'affondano' nel PCI (a differenza di chi pure era lì poi le ha quasi dimenticate..) ma sono convinta che si debba ascoltare il nuovo da chi, di provenienza anche diversa non strettamente partitica, vuole cambiare lo status quo e non proseguirlo sotto una ventata di rottamazioni (le persone non sono automobili) nuovismo, giovanilismo .. che poi stringi stringi (ogni riferimento a Renzi è puramene voluto).  Penso anche che Grillo, al di là di tornaconti personali, guadagna già bene di suo, è in età quasi da pensione, potrebbe fare una vita tranquilla e ridersela, chi lo costringe a girare ogni tanto per le città d'Italia a cercare di smuovere acque stagnanti??
Qui l'intervento di Alessandro Di Battista (M5S) .. dice cose tanto strane? a me pare di no..


Dopodiché domani sarò ad ascoltare Barbara Spinelli, Curzio Maltese, Eleonora Fiorenza - Lista Tsipras a Roma (qui), nessuno in questo casino può pensare di farcela da solo.. ;-)
5 luglio small