venerdì 21 settembre 2012

Polverini di stalle

Ricordate quando lei era solo candidata a governatrice della Regione Lazio sostenuta da Berlusconi (tralascio la storia del Milioni, alias signor Panino, che arrivò a presentare le firme della lista Pdl dopo l'orario di chiusura).  E' dura rivedere tutto il video, ma se ci riuscite noterete Formigoni che agita entusiasta la bandiera .. (e infatti B. ha convinto la P. a non dare le dimissioni perché altrimenti cade anche F. (non dimenticate che anche F. ha dei problemi oltre che con le sue spese, anche con le liste di firme false, denunciate dai Radicali che si sono messi di traverso - letteralmente - sia a Roma che a Milano). Avete anche letto per caso le simpatiche risposte dei consiglieri della Regione Lombardia a chi chiedeva di mostrare qualche ricevuta contabile di spesa? (uh, e la Minetti?)
 
 
Ricordate infine le puntate di fila in cui la P. era ospite di Ballarò (chi la conosceva prima a parte gli iscritti dell'Ugl, quelli veri non quelli gonfiati?). Dunque mi veniva da ripetere come titolo del post, riferito al Pdl "Una faccia, una razza", poi ho ripreso quello dell'editoriale di Travaglio su Il Fatto di oggi:
 
       Guardate che me ne vado, eh?”. “Lo sapete che potrei andarmene?”. “Avete capito o no che potrebbe darsi che me ne vada?”. Dopo una settimana trascorsa a minacciare di andarsene, ieri sera si è finalmente capito dov’era diretta Renata Polverini: in televisione. Precisamente a Piazza Pulita (per cambiare un po’: fino all’altroieri era un arredo di Ballarò). Intanto, in stereo, Francone Fiorito in arte Er Batman e il suo avvocato Carlo Taormina facevano il loro ingresso trionfale a Porta a Porta. Per Fiorito, si trattava di una lieta new entry. Per il vecchio Tao, un gradito ritorno, dopo i fasti del delitto di Cogne col contorno di plastico dello chalet e calunnie ai vicini della porta accanto. Mancava soltanto il figlio di Vespa, immortalato nella festa trimalcionica in stile antico romano, con Partenone (che sta in Grecia, ma fa lo stesso) di cartapesta e otri di finta pietra piene di vodka e mojito (tipiche bevande del tardo impero). Si conferma così uno dei tanti spread che dividono l’Italia dal mondo civile: nei paesi seri chi ruba va in galera e poi a casa (o viceversa), in Italia va a Porta a Porta. Che è pur sempre una pena, ma un po ’ meno afflittiva.

21 commenti:

  1. Finira' quando il popolo sovrano si decidera',finalmente e a maggioranza,di disfarsi da una casta sporca e sanguisuga,l'alternativa piu' credibile al momento,almeno a parer mio,sono Grillo e Di Pietro,e se dovessero mettersi assieme,governeranno!

    Buon week end Gio

    RispondiElimina
  2. Veramente uno sguazzo nel letame. Il guaio è che che ancora c'è chi sostiene, per opportunismo o per stupidità, gente come questa.

    RispondiElimina
  3. Ivo,
    credo di concordare con te, anche perché la sinistra più "dura" non ha molte chances al momento, e Vendola che all'inizio mi piaceva mi pare un po' distratto da altre cose (legittimo per carità).
    p.s. ieri sera sono andata a sentire Zingaretti (sono arrivata un po' in ritardo e ho sentito solo una parte) ma cosa ha detto di concreto? e i giovani dov'erano?..

    RispondiElimina
  4. @ Pyperita
    per opportunità e interesse, o per stupidità e disinformazione, hai detto bene.
    Ma credo che anchi i loro fans siano un po' in ribasso se qualcuno guarda perfino a Renzi (cattiva eh?)
    A meno che non succeda qualche "fatto imprevisto", in Italia non è possibile stare tranquilli, mai

    RispondiElimina
  5. no... Renzi non si può né vedere né sentire...

    RispondiElimina
  6. no Cassie 'gnafamo :))
    ma Renzi pare che piaccia tanto, giuro che sta cosa non la capisco..
    ciao!

    RispondiElimina
  7. Non vorrei essere un elettore laziale, non vorrei nemmeno essere un pidiellino, laziale, o anche italiano. Pidiellino non lo sono, però sono italiano, ma come dico sempre, non è colpa mia.

    RispondiElimina
  8. Ieri a Piazza pulita una sedicente giovane del Pdl - tacciata dalla ineffabile bocca a canotto della Mussolini come pd camuffata (fai outing!) - ha detto una cosa sacrosanta e lapalissiana "ma davvero dobbiamo fare delle leggi, altre regole, per impedire ai nostri eletti di RUBARE?".
    Ma una classe dirigente, un politico che ruba non basta mandarlo in galera come un comune mortale che ha rubato una mela?

    sheradisgustatall'inverosimile

    RispondiElimina
  9. Qui ogni sera si discute su cosa fare alle prossime elezioni. Qui in casa. Siamo quattro possibili votanti. E poi qua, che sarebbe in città, la campagna elettorale è continua, non si ferma mai. Emmò (sì, emmò) tu posti 'sto video, parli di vespa (esiste un minuscolo più minuscolo?) e la puzza è arrivata ancora più forte. Uffa.

    RispondiElimina
  10. questa donna col suo bel faccione da casalinga unta, se la è saputa ben giocare ed ha fatto il grande salto:
    ora lei è decisamente over 70.000
    il problema sta nel 90% del bobbolo che si rifiuta di prendere coscienza del fatto che è allocato decisamente sotto dei 70.000 e romanticamente continua a votare tutti i partiti dell'arco costituzionale infervorandocisi, senza capire perchè ci è voluto un magistrato per farci sapere il fatto che questi maiali si sono autoassegnati (tutti dx, sx, e centrum) 100.000 euri all'anno a testa per le loro spesucce di rappresentanza

    RispondiElimina
  11. Eh, si... Mi dimetto, non mi dimetto, ma mi dimetterei...
    Giu' dalla torre... Battiato e Sparta docet...











































    RispondiElimina
  12. ..la compagnìa dei magnaccioni...
    ma che ce fregaaaa ma che c'emportaaaa!!!:))

    RispondiElimina
  13. Abbiamo visto cose peggiori, ma la boria ed il lerciume di questi personaggi, sono oramai insopportabili.
    Millechiodi tra culo e poltrona, anch'essa.
    Ti abbraccio.
    Sab.

    RispondiElimina
  14. purtroppo
    ...abbiamo visto cose peggiori....
    ..i leghisti per esempio.......

    ciao

    filemazio

    RispondiElimina
  15. Uaoo,finalmente si è dimessa ora speriamo nelle votazioni,,,,,,,,,,,ciaoo. Sono penny46

    RispondiElimina
  16. ja fatta...
    però...morto un ladro, se ne fa un altro...
    cambieranno i musicanti ma non lo spartito

    RispondiElimina
  17. si è dimessa. non l'abbiamo mandata via. bello sarebbe stato cantare allora sotto Palazzo il canto accennato da Luigi "la compagnia dei magnaccioni "

    RispondiElimina
  18. Se il centro-sinistra non avesse boicottato la Bonino (specie il solito Pd), forse oggi non saremmo arrivati a tanto...

    RispondiElimina
  19. @ File
    @ Luigi
    @ Danis
    @ Nehit
    @ Luca

    io credo di aver superato il punto del non ritorno..
    un caro saluto a tutte / tutti

    RispondiElimina