martedì 22 gennaio 2013

Padre Pizarro (il web è cosa buona e utile)

L'Aiart  Associazione dei telespettatori cattolici
aveva denunciato La7 per “vilipendio della religione” dopo che l’emittente aveva mandato in onda il 4 gennaio scorso “Recital”, spettacolo di e con Corrado Guzzanti già replicato tra l’altro decine di volte su Sky, su Cielo, e pubblicato in dvd. Appena Articolo 21 ha lanciato una petizione “Il programma di Guzzanti non deve chiudere” il web si è scatenato a sostegno del comico romano. Giornali cartacei e on line, siti internet e social network hanno riportato la notizia della campagna che in poco più di 72 ore ha superato le 50mila firme.  e ieri la buona notizia: l’Aiart ha deciso di ritirare la denuncia...  e Corrado Guzzanti ha scritto una bella lettera di ringraziamento, che dovrebbe far riflettere tanti integralisti de noantri...

“Un enorme grazie agli amici di Articolo21 e di Change.org, per aver promosso la petizione in mia difesa e a tutti quelli che l’hanno diffusa e firmata. Con l’occasione ringrazio anche molti giornalisti che hanno preso le mie parti scrivendo della querelle tragicomica di Padre Pizzarro. Ciò detto è probabile che abbiamo sopravvalutato tutti le minacce dell’Aiart, associazione che pretende di rappresentare i telespettatori cattolici, di cui né io, né voi, né i telespettatori cattolici avevamo mai sentito parlare.  (segue)

13 commenti:

  1. fino a che ci saranno i patti lateranensi e tutte le sovvenzioni che il favoloso bobbolo tajano si vede togliere direttamente dalla retribuzione a fine mese per pagare il tributo alla religione compreso l'8 per mille e tutti gli altri privilegi, un cittadino come il sig Corrado ha tutto il diritto di dire ciò che vuole, è un diritto concesso e pagato dal valoroso bobbolo tajano.
    Se invece si abolisse tutto il supporto prelevato forzatamente ai cittadini e la chiesa e tutte le altre religioni si facessero finanziare dai loro fans, mettendo un biglietto di ingresso nelle chiese, facendosi pagare tutte le performance con tariffe e generosi lasciti, magari esentasse, allora il sig. Corrado non avrebbe il diritto di farsi i catzi che non sono più suoi, anzi se ne guarderebbe bene per evitare di essere minacciato come già avviene per altre religioni che si autofinanziano.

    RispondiElimina
  2. Ma che fine ha fatto?? Sembra sparito nel nulla eterno.

    RispondiElimina
  3. La più grande stupidità è credere che esista un dio, che questo dio sia eterno ed onnipotente e che nonostante tutto noi comuni mortali si possa sapere cosa questo dio pensi o desideri e quindi ci si comporti sulla base di queste convinzioni non suffragate da nessuna conferma. Ma se anche le comuni convinzioni in tema di religione si potessero far discendere da qualche prova scritta o tradizione orale, perché mai si dovrebbe accettare che qualche sapientone le interpreti?

    laleggedijohn.blogspot.it/2012/05/uno-sguardo-dallalto.html

    RispondiElimina
  4. Vaticano come al solito ridicolo

    RispondiElimina
  5. Non so come esprimermi, data la mia fede cattolica... so solo che non condivido troppe posizioni del Vaticano.

    RispondiElimina
  6. Invece le cene eleganti con le escort non sono vilipendio alla religione, né le donne semi nude a tutte le ore sui canali del porcone, quelle non vanno bene, vanno benissimo.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Non la sapevo questa, sempre più rimango disgustata e quoto pyperita!

    RispondiElimina
  9. Per la verità l'8% non è obbligatoriamente per la Chiesa Cattolica. Quanto a Dio, se gli uomini si intestardiscono a crederci fino al martirio da migliaia di anni, qualcosa sotto ci deve essere. Non si può liquidare la faccenda come una alluncinazione di massa.
    Quanto a Corrado Guzzanti e il suo monsignore ateo e scafatissimo : strepitoso, formidabile, da par suo.
    Mai sghignazzato amaramente tanto. Perché preti così ce ne sono, eccome...

    RispondiElimina
  10. Snceramente non condivido certe intransigenze e certi "sacri furori" contro chi cerca di fare più o meno bene il proprio lavoro: se piace, lo si segue, altrimenti si cambia canale.
    Sarebbe molto più logico e opportuno fare le crociate contro chi Con pervicacia e sfrontatezza va contro tutti i comandamenti della Chiesa e poi predica bene e vuole anche governare il Paese!

    RispondiElimina
  11. è uno sparaminkiate che ormai non fa piu manco ridere...
    ritiratelo...
    lui, e sua sorella

    RispondiElimina
  12. [url=http://levitranowdirect.com/#fhyup]cheap levitra online[/url] - levitra 10 mg , http://levitranowdirect.com/#yrfwx levitra 10 mg

    RispondiElimina