martedì 27 novembre 2012

Taranto, Genova, fate presto !!!!


 Le proposte e l'appello di TARANTO SOCIALE 
 
Giovedì l'incontro a palazzo Chigi. Cancellieri già paventa disordini (che fa signora Ministra, sta già allestendo un bel po' di poliziotti per manganellare gli operai che verranno a Roma?
e Monti proprio oggi (strano) dice che non ci sono più soldi per la sanità. Oh, lo dico per voi, non v'inventate niente... fate quello che dovete fare, fate pagare a chi deve pagare, bonificare a chi deve bonificare o questa è la volta buona che scoppia la rivoluzione.


9 commenti:

  1. ormai questa è un'escalation inarrestabile, permè se non prende in mano tutto lo STATO italiano 20000 persone avranno difficoltà a preparare un piatto di minestra... altro che privatizzazione, questi ce l'hanno messo in quel posto in barba ai sindacati e ai politici conniventi...

    RispondiElimina
  2. sì Enio, ma chi ha fatto fior di utili inquinando e fregandosene della salute della gente e nascondendo la realtà dei fatti con i rapporti truccati, tutti i grandi dirigenti e tutti i mazzettari devono pagare!!!
    e mo' basta!!

    RispondiElimina
  3. non è che per caso il governatore della Puglia ne sapesse qualcosa?
    e se non sapeva, che ci sta a fare li??
    la vedo dura per quei poveracci che hanno perso il lavoro, perchè se aspettiamo che faccia qualcosa sto governo..hai voglia

    RispondiElimina
  4. una nazione al 171° posto nella graduatoria mondiale che non è capace di pianificare un sito dove piazzare un'industria inquinante ed evitare che in un raggio di 20 km vengano edificate case.
    Mi ricorda tanto la storia di ciampino dove hanno edificato fino ai margini dell'aeroporto ed oggi gli abitanti pretenderebbero di farlo chiudere invece di andar indietro negli anni e sbattere in galera tutti i politici che hanno dato le concessioni edilizie.
    Una storia tajana adatta alla fantasia del favoloso bobbolo tajano e dei suoi degni caporioni

    RispondiElimina
  5. O la proprietà aggiorna lo stabilimento a sue spese (magari con i soldi che ha risparmiato quando ha rilevato lo stabilimento dallo stato) oppure si chiude.
    No soldi pubblici all'ILVA.

    RispondiElimina
  6. e sarebbe pure ora

    RispondiElimina
  7. @ Luigi
    mi pare che Vendola non sia sospettato di niente (se lo dice pure il Giornale..) quando ci sono reati è la magistratura che deve intervenire, certo però che piazzare quel mostro in una regione che altrimenti ha un mare bellissimo è una follia!! (ma il discorso è lungo)
    leggo che il governo farà un decreto, suppongo una "pezza" per tamponare la situazione
    vediamo. ciao

    RispondiElimina
  8. @ Fra
    assolutamente d'accordo.
    Fintanto che questi incoscienti o incompetenti o ladri non pagano niente, si continuerà con gli errori.

    @ Don
    scommettiamo che la proprietà non tirerò fuori soldi o solo una minima parte?..

    @ Luoghi
    concordo, ma non ho una grande fiducia

    RispondiElimina
  9. http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/29/ce-decreto-ad-ilvam-lazienda-respira-taranto-no/431042/

    http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/11/29/ilva-sit-in-degli-operai-genovesi-non-vogliamo-chiudere-cori-contro-stampa/212690/

    RispondiElimina