sabato 15 novembre 2014

Le cinque giornate di Firenze

      
        L'articolo del Manifesto sull'evento che prende il via domani a Firenze fino a giovedì, un incontro di riflessione e discussione su 'un'altra sinistra', con la partecipazione di intellettuali, politici, leader sindacali e movimenti provenienti da tutta Italia e da tutta Europa appartenenti a varie famiglie politiche, partendo non solo dall'esperienza di Alexis Tsipras e di Syriza in Grecia, ma anche da quella di Podemos  nata dal movimento degli Indignados in Spagna, che potrebbe secondo un sondaggio persino superare il partito del premier Rajoy.
Il dibattito è aperto al pubblico e si potrà seguire anche in streaming sulla homepage di Transform





11 commenti:

  1. noto con piacere che Cippo c'è...
    fosse la volta buona che si leva dai piedi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cippo c'è ma ancora non si sa che farà.. speriamo si decida

      Elimina
  2. Magari ne uscisse fuori qualcosa per noi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. incrocio le dita, a un certo punto mi s'è impallato pure lo streaming e ho perso degli interventi, speriamo (e che si diano una mossa) ciao :)

      Elimina
  3. complimenti per il nuovo look!

    RispondiElimina
  4. a me Tsipras me piace, ha un nome che suona bene, cosìppure Syriza, pollice verso invece per Podemos, suona tenebro, da portatore de jella.
    L'importanza di un buon nome, forte, genuino, unico, come Fracatz per l'avventura politica !
    I prereqisiti c'erano, peccato che il mio partito degli under 70.000 non abbia convinto il nostro amato, immaginifico bobbolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh Podemos è un po' Yes we can alla spagnola :)
      Sì' peccato per il tuo partito, dovresti cambiare responsabile della comunicazione.. oppure organizzare una cena a 1.000 euro a botta

      Elimina
  5. non centra col post... bello trovare qualcuno sulla stessa lunghezza d'onda... purchè sia libero/a... eh sennò...

    RispondiElimina
  6. Spero in un grandissimo successo dell'iniziativa e ne aspetto i risultati concreti. Certo, ci sarebbe un gran bisogno di cambiare il mondo; se trovate il bandolo della matassa fatelo sapere a tutti.; magari vi seguo in streaming. I precedenti scoraggiano un po', la storia delle candidature alle europee, la Barbara Spinelli, il 5% in Toscana. Perché poi servono anche i numeri; di testimonianze, come di buoni propositi, sono piene le fosse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo dire a me Paolo, ma incrociamo le dita, dipende anche (forse soprattutto) da noi, ciao!

      Elimina